La natura è in grado di sorprenderci sempre con le sue meraviglie. Esistono specie animali e vegetali che nessuno immaginerebbe. A volte, le stranezze naturali superano la fantasia di scrittori e sceneggiatori.
Scopriamo questo “mondo sommerso“, raccontando di sei animali che pochi conoscono.

Lesula

Risultati immagini per Lesula

Il nome scientifico dato a questa specie di scimmia è  Cercopithecus lomamiensisLesula è il nome con cui è chiamata in Congo, il suo habitat naturale. Il primo esemplare fu avvistato nel 2007, ma è stata descritta nel 2012.
E’ un animale molto piccolo (45-65 cm) e leggero (arriva al massimo a 7 kg).
La sua particolare conformazione facciale ha spinto a soprannominarlo “scimmia dal volto umano“.  Ha un colore che può variare dal grigio chiaro al marrone-rosato.
Si nutre principalmente di foglie, frutti e germogli.

Paedophryne amauensis

Risultati immagini per Paedophryne amauensis

Originaria della Papua Nuova Guinea, si tratta di una rana di 7.7 millimetri. E’, al momento, il vertebrato più piccolo al mondo. Ha uno scheletro formato da sette vertebre presacrali. Tra le caratteristiche di queste rane vi è quella di…nascere piccoli! Non esiste, infatti, nessun stato larvale dopo la schiusa delle uova. Ha una capacità di salto che raggiunge trenta volte la lunghezza del proprio corpo. Si nutre di piccoli invertebrati.

Polpo Dumbo

Risultati immagini per Polpo Dumbo

Il nome scientifico è Opisthoteuthis californiana. E’ uno strano tipo di polpo che vive principalmente in California e in Giappone. Ha una forma schiacciata e tentacoli più corti dei normali polpi. Vive negli abissi (in California arriva a 350 metri, in Giappone lo si trova anche a 650 metri), quindi, non ha la sacca dell’inchiostro. Il soprannome “polpo Dumbo” si deve alle protuberanze che fungono da orecchie e che assomigliano, appunto, a quelle dell’elefantino Disney.
Proprio un lungometraggio animato ha sdoganato la specie. In “Alla ricerca di Nemo“, ci sono proprio due polpi dumbo.

LEGGI ANCHE  Timerepublik: la più famosa banca del tempo del mondo

Aye-Aye

Risultati immagini per Aye-Aye

Classificato come Daubentonia madagascariensis è un primate del Madagascar. E’ stato scoperto nel 1775 dallo zoologo tedesco Schreiber. E’ l’unico rappresentante vivente del suo genere, della sua famiglia e del suo infraordine.
Vive principalmente nella foresta pluviale e nelle piantagioni.
Nella forma assomiglia ad un lemule ed è alto circa 90 cm. E’ caratterizzato da un pelo lungo e nero e da una specie di “collare” bianco attorno al collo. Ha due caratteristiche principali: i denti sporgenti come quelli dei roditori e il terzo dito delle zampe anteriori più lungo rispetto agli altri per procacciarsi il cibo.
Amche qursta sopevcie è stats sdoganata da un cartone.
In “Madagascar”, Maurice, il braccio destro di Re Julien, è un Aye-aye.

Cefalofo zebra

Risultati immagini per Cefalofo zebra

E’ un antilope dal manto striato come le zebre, appunto. E’ alto circa  85–90 cm e pesa 9–20 kg. Ha delle corna affusolate che gli servono per difendere il territorio. E’ un animale tipico dell’Africa. Si può trovare in Liberia, Sierra Leone o Costa D’Avorio.
Mangia principalmente futti, foglie, gemme ed erbe. E’ in grado di compiere grandi balzi per sfuggire ai disturbatori. Questo la rende difficile da avvistare.

Granchio Yeti

Risultati immagini per Granchio Yeti

E’ conosciuto anche come Kiwa hirsuta. Il nome del genere è quella di una dea polinesiana. Quello della specie è riferito alle setole che ha sulle chele e che la fa conoscere anche come “Granchio Yeti”. E’ stata scoperta nel 2005 nel Pacifico Meridionale a 2200 metri di profondità.
Il “granchio Yeti” è completamente cieco. I suoi “occhi” sono proprio le setole che si trovano sopra le chele.